[Interesse per il «Novo Vocabolario»]

Insieme editoriale: Poesie / Poesie varie

I due versi sono contenuti in una lettera a Giovan Battista Giorgini del 15 novembre 1869 (lettera 1508), e si inseriscono nel passaggio in cui Manzoni chede al genero notizie del «Vocabolario», l'opera lessicogragica ispirata alle teorie manzoniane che sarebbe stata pubblicata, tra il 1870 e il 1897, col titolo Novo vocabolario della lingua italiana secondo l'uso di Firenze , ad opera di gruppo di curatori tra i quali Emilio Broglio e lo stesso Giorgini.

Titoli alternativi
  • [Notizie troppo laconiche del vocabolario] (BARBI-GHISALBERTI 1942-1950, vol. 3, p. 113)
Incipit
Anche per noi pigroni è poca cosa:
Metro
endecasillabi a rima baciata
Storia del testo

Nella lettera a Giorgini Manzoni, dopo avere dato notizie di sé (la propria reazione allo scritto di Raffaello Lambruschini pubblicato nello stesso novembre 1869 sulla «Nuova Antologia» in risposta alla manzoniana Appendice intorno al'unità della lingua e ai mezzi di diffonderla ; il proposito di «attendere in pace all'altra tela di Penelope che sai», cioè il saggio comparativo sulle Rivoluzioni francese e italiana), passa a interrogare il genero: «dammi notizie, anche laconichissime, del vocabolario. Dimmi che si lavora, che la lettera A è terminata, o poco meno». Nella risposta, datata 18 novembre 1869, Giorgini scrive: «Il Vocabolario va avanti a passo di formica; e andrebbe meglio se una metà del lavoro non fosse impiegata a disfarne un'altra. Abbiamo impaginati, e pronti per la tiratura i primi tre fogli, e cartelle per un pajo d'altri: ma cartelle che dovranno esser lavate a più acque prima d'essere impagninate. Il resto è poco più che materia raccolta e appena digrossata.» (CARTEGGI FAMILIARI 2019, p. 746). In realtà la lettera A doveva essere a uno stadio di lavorazione abbastanza avanzato fin dai mesi precedenti, perché sappiamo che Giorgini stesso, durante un soggiorno a Brusuglio, ne aveva letto al suocero estratti significativi: «Ho passato con gran piacere varie serate nel sentire la lettura d'una bona parte della lettera A del vocabolario. M'è parso avviato molto, ma molto bene, e ne parleremo a lungo a Milano» (Manzoni a Stefano Stampa il 22 ottobre 1869, lettera 1505).
La coppia di endecasillabi con cui Manzoni sollecita notizie («Anche per noi pigroni è poca cosa: | Non chiedo che due versi, e versi in prosa») si fonda sulla polisemia del termine verso che, accanto al significato di «Membro di scrittura poetica» ha quello di «Una riga di scrittura o di stampa» e «Quello che uno scrive ad un altro brevemente» (Tommaseo-Bellini). Anche il secondo significato è di uso consueto per Manzoni, e ne resta testimonianza in una lettera alla figlia: «Mia cara Vittoria, Due versi in fretta ...» (lettera 1078). In questo caso è la possibilità stessa di giocare sul doppio senso a suggerire lo scherzoso inserto poetico.

Date di elaborazione

15 novembre 1869 (la data della lettera si ricava dal timbro postale)


Testimoni manoscritti
  • Manz.B.XXXIV.17/6 • Milano, Biblioteca Nazionale Braidense
    (In deposito presso la BNB da CNSM.Aut.II/132)

Prima edizione
  • SCHERILLO-GALLAVRESI 1923 = Manzoni intimo, a cura di Michele Scherillo e Giuseppe Gallavresi, Milano, Hoepli, 1923 (3 voll.)
    (vol. 2)

Edizioni di riferimento
  • CARTEGGI FAMILIARI 2019 = Manzoni Alessandro, Carteggi familiari II, a cura di Mariella Goffredo De Robertis e Emanuela Sartorelli, Milano, Centro Nazionale Studi Manzoniani, 2019 (Edizione nazionale ed europea delle opere di Alessandro Manzoni: testi criticamente riveduti e commentati, diretta da Giancarlo Vigorelli, 31)
  • DANZI 2012A = Manzoni Alessandro, Tutte le poesie, a cura di Luca Danzi, Milano, BUR Rizzoli, 2012
  • ARIETI-ISELLA 1986 = Manzoni Alessandro, Tutte le lettere, a cura di Cesare Arieti, con un'aggiunta di lettere inedite o disperse a cura di Dante Isella, Milano, Adelphi, 1986 (Classici, 50)
  • LONARDI-AZZOLINI 1987 = Manzoni Alessandro, Tutte le poesie, 1797-1872, a cura di Gilberto Lonardi, commento e note di Paola Azzolini, Venezia, Marsilio, 1987 (Esperia. Letteratura universale Marsilio)
  • CHIARI-GHISALBERTI 1957 = Manzoni Alessandro, Poesie e tragedie, Milano, Mondadori, 1957 (Tutte le opere di Alessandro Manzoni, a cura di Alberto Chiari e Fausto Ghisalberti, “I classici italiani", vol. I)
  • BARBI-GHISALBERTI 1942-1950 = Manzoni Alessandro, Opere di Alessandro Manzoni, Centro Nazionale di Studi Manzoniani, a cura di Michele Barbi e Fausto Ghisalberti, Milano, Casa del Manzoni - Firenze, Sansoni, 1942-1950 (3 voll.)
    (vol. 3, p. 113)
Edizione del testo in preparazione

Scheda di Mariarosa Bricchi | Cita questa pagina