CS.M 921 [Postillato] Milano, Biblioteca del Centro nazionale di studi manzoniani

Birago, Francesco <1562-1640>
Li discorsi cauallereschi del signor Francesco Birago, ... Ne' quali, con rifiutar la dottrina caualleresca del sig. Giouam battista Oleuano, s'insegna ad ... racchettar le querele, nate per cagion d'honore. Con la tauola delle cose notabili
In Milano : per Gio. Batt. Bid., 1628
\24!, 256 p. : 1 ritr. calcogr. ; 8º
Lingua: italiano
Contenuto: Dedica Illustrissimo Signore; Francesco Birago Sig. di Mentone, & di Siciano a’ Lettori; Tavola delle cose notabili, che ne’ Discorsi si contengono; Libro primo: Discorsi primo-ventesimo-quinto, pp. 1-133; Libro secondo: Discorsi primo-ventesimo-quinto, pp. 134-256.
Osservazioni sull'esemplare

Legatura in cartone. Sul taglio inferiore, la scritta «Dis.» [Discorsi]. Le carte 5-8 erroneamente legate dopo le carte 9-12.

Presentazione

L’opera e il suo autore compaiono nei Promessi sposi, entro la descrizione della biblioteca di don Ferrante: «L’autore però degli autori, nel suo concetto, era il nostro celebre Francesco Birago, con cui si trovò anche, più d’una volta, a dar giudizio sopra casi d’onore; e il quale, dal canto suo, parlava di don Ferrante in termini di stima particolare. E fin da quando venner fuori i Discorsi Cavallereschi di quell’insigne scrittore, don Ferrante pronosticò, senza esitazione, che quest’opera avrebbe rovinata l’autorità dell’Olevano, e sarebbe rimasta, insieme con l’altre sue nobili sorelle, come codice di primaria autorità presso ai posteri: profezia, dice l’anonimo, che ognun può vedere come si sia avverata» (XXVIII, 55; il personaggio appare fin dalla Prima minuta, III, IX, 17: il ritratto è analogo, ma diversa la formulazione).


Descrizione della postillatura

Non ci sono postille verbali

Segnalibri
228
Nota sui segni non verbali

Il segnalibro reca una nota nella parte superiore: «Contesa per la strada - pag. 228». La pagina 228, dove il segnalibro si colloca, tratta il caso di chi debba cedere il passo tra due cavalieri che si incontrano sulla stessa strada, ed è fonte evidente della disputa che precede la conversione di Lodovico. Oltre alla coincidenza della situazione, si rilevano alcuni riscontri letterali. Questa l’esposizione del Caso ventesimo primo nei Discorsi : «Curcio s’incontra con Carlo, col quale passano alcuni disgusti, e volendo Carlo tenersi ad alto (poiché la strada era sua camminando egli col braccio destro al muro), Curtio gli dice tiratevi a basso, e Carlo gli risponde non vi voglio andare; perché la strada è mia; Curtio ritorna a dirgli, co’ pari vostri la strada è sempre mia; e Carlo gli replica, io son nobile quanto voi: e Curtio gli soggiunge questo no; & alzando una mano diede segno di haver animo di dargli una guanciata; ma saltando molta gente ivi concorsa in mezo, andò ciascuno per li fatti suoi». Il romanzo: «Tutt'e due camminavan rasente al muro; ma Lodovico (notate bene) lo strisciava col lato destro; e ciò, secondo una consuetudine, gli dava il diritto (dove mai si va a ficcare il diritto!) di non istaccarsi dal detto muro, per dar passo a chi si fosse; cosa della quale allora si faceva gran caso. L'altro pretendeva, all'opposto, che quel diritto competesse a lui, come a nobile, e che a Lodovico toccasse d'andar nel mezzo; e ciò in forza d'un'altra consuetudine. Perocchè, in questo, come accade in molti altri affari, erano in vigore due consuetudini contrarie, senza che fosse deciso qual delle due fosse la buona; il che dava opportunità di fare una guerra, ogni volta che una testa dura s'abbattesse in un'altra della stessa tempra. Que' due si venivano incontro, ristretti alla muraglia, come due figure di basso rilievo ambulanti. Quando si trovarono a viso a viso, il signor tale, squadrando Lodovico, a capo alto, col cipiglio imperioso, gli disse, in un tono corrispondente di voce: - fate luogo. - Fate luogo voi, - rispose Lodovico. - La diritta è mia. - Co' vostri pari, è sempre mia» (IV, 21-23; cfr. FL, I, IV, 29-30).

Opere correlate
Bibliografia
  • NUNNARI 2013 = Nunnari Tano, Le fonti storiche dei «Promessi sposi», Milano, Centro Nazionale Studi Manzoniani, 2013

Scheda OPAC SBN
SBLE007682

Scheda di Mariarosa Bricchi | Cita questa pagina