Lettera n. 211

Mittente
Manzoni, Alessandro
Destinatario
Grossi, Tommaso
Data
[1 settembre 1824] ([prima metà di settembre 1824])
Luogo di partenza
[Brusuglio]
Luogo di arrivo
[Milano]
Lingua
italiano, dialetto milanese
Incipit
Su non so quale dei due fogli
Indirizzo
A Monsieur | M.r Grossi
Regesto

Alessandro Manzoni prega Tommaso Grossi di correggere una parola in uno dei due fogli di stampa dei Promessi sposi che sta rivedendo. Lo scrittore sollecita il Grossi a venire a Brusuglio con il Rossari.

Testimoni
Edizioni
  • GNECCHI 1896, p. 21.
  • SFORZA 1912-1921, vol. II, p. 193.
  • ARIETI-ISELLA 1986, lettera n. 211, vol. I, p. 371, note alle pp. 879-880.
  • SARGENTI 2005, vol. I, p. 284.
  • CARTEGGI LETTERARI 2016, lettera n. 52, pp. 163-164.
Opere citate

I promessi sposi

+ Testo della lettera

C. A.
Su non so quale dei due fogli che ho mandati ieri v'è uno struggimento da correggersi in sfinimento, e sta nel discorso del principe a sua figlia per prepararla a ricevere il vicario delle monache.
Non ci voleva meno per farmi prender la penna, e poiché l'azione eroica è fatta ne approfitto per domandarti come stai e se lavori. Ma col nome del cielo non me lo dire con la penna – vieni una volta a questo povero Brusuglio. L'uva comincia a maturare. Piglia Rossari sotto il braccio e andemm fioi, una scappatina, in attenzione del soggiorno che m'hai promesso pel buono della vindemmia s'cionfatrice.
Che bella lettera!
Buon viaggio, soggiorno che vada in sangue e felice ritorno a Torti.