MANZ. 15. 0016.C/ 02 [Postillato] Milano, Biblioteca Nazionale Braidense

1.

Pagina: 8

fanno uno scellerato mestiere

2.

Pagina: 47

trovate sempre qualche gretola

3.

Pagina: 75

Chi mi tira pel mantello?

4.

Pagina: 76

Ti va ella bene?

5.

Pagina: 76

Guardami in viso. Come vedi

6.

Pagina: 76

Hai il passo lungo. Qui par detto in doppio senso; potendosi per <i>gradus</i> intendere <i>passo</> e onore. ? Come vai innanzi!

7.

Pagina: 77

acquistare, per raggiungere è voce del contado milanese.

8.

Pagina: 77

Buffone!

9.

Pagina: 77

Sei sempre stato bene?

10.

Pagina: 77

come un paladino

11.

Pagina: 98

come uomo costumato

12.

Pagina: 96

E quanti prigioni ne menano!

13.

Pagina: 99

come se fossi cacciato dalla folla

14.

Pagina: 101

Fai male a crucciarti

15.

Pagina: 108

Di questo non ti dar più pensiero; che è ito.

16.

Pagina: 108

Basta che tu mi creda

17.

Pagina: 113

altri

18.

Pagina: 115

Senza risposta

19.

Pagina: 116

toglievasi gli orecchi alla gente

20.

Pagina: 117

Non fo mistero

21.

Pagina: 117

Ve la fo corta

22.

Pagina: 117

A questi patti è vostra

23.

Pagina: 118

<i>sopra mercato</i> per soprappiù

24.

Pagina: 119

Appiccicata fitta. - data in scambio-

25.

Pagina: 119

di proposito

26.

Pagina: 120

il più dappoco

27.

Pagina: 120

non lo so di certo

28.

Pagina: 121

ti occorre altro?

29.

Pagina: 126

mi torna il fiato in corpo

30.

Pagina: 129

non è mia colpa

31.

Pagina: 129

m'ha imboccata

32.

Pagina: 130

A che segnale?

33.

Pagina: 132

gravacciuolo (?)

34.

Pagina: 133

Da capo a piè

35.

Pagina: 133

spediscimi spacciami spicciami

36.

Pagina: 134

Mi serve bene la vista?

37.

Pagina: 134

Ch'io mi ricordi

38.

Pagina: 134

il mio uomo

39.

Pagina: 137

lascia ch'io agguanti l'uomo

40.

Pagina: 138

in quanti modi

41.

Pagina: 139

Non ho bisogno della tua intercessione -

42.

Pagina: 140

Perdi tempo (?)

43.

Pagina: 140

Senza far male però (?)

44.

Pagina: 140

M'è piaciuto

45.

Pagina: 141

dammi caparra

46.

Pagina: 141

per dirtela tonda

47.

Pagina: 141

per dirtela tonda

48.

Pagina: 141

t'ho servito in trenta mine

49.

Pagina: 141

Così è, e non me ne pento.

50.

Pagina: 142

sfrontatezza

51.

Pagina: 142

Se sei libero, me ne rallegro

52.

Pagina: 142

La cosa parlerà da sè.

53.

Pagina: 143

raccogliere

54.

Pagina: 143

ciarlate. che state qui tanto a predicare?

55.

Pagina: 152

il grifo

56.

Pagina: 151

il grifo

57.

Pagina: 78

<...> parli giusto

58.

Pagina: 78

Da par mio

59.

Pagina: 78

manca una cosa

60.

Pagina: 78

Te lo dico subito

61.

Pagina: 80

Lascia andar codeste cose. Smetti.

62.

Pagina: 80

Lascia andar codeste cose. Smetti.

63.

Pagina: 81

io l'ho servito.

64.

Pagina: 81

Volgersi ad ogni vento. Ed al vento che muova il batter d'ali D'un picciol moscherin voltan bandiera Buon. Fier. IV. 2°. 7a.

65.

Pagina: 84

abbia contato

66.

Pagina: 84

Oh quanti imbrogli!

67.

Pagina: 85

vedi a che siamo

68.

Pagina: 85

un monte di guai

69.

Pagina: 85

Non trovo la via. Non ci veggo modo d'uscirne

70.

Pagina: 86

Mi tirerò qui da canto

71.

Pagina: 87

esser generoso in parole

72.

Pagina: 89

Che serviva dunque

73.

Pagina: 89

Ho da portar io la pena del tuo peccato?

74.

Pagina: 89

calde calde

75.

Pagina: 90

Vous en parlez à votre aise.

76.

Pagina: 91

Farò consulta dentro di me

77.

Pagina: 93

passano per