Il Natale

Insieme editoriale: Poesie / Poesie religiose

(Per paratesti e illustrazioni si veda la descrizione della raccolta degli Inni sacri.) La situazione degli uomini segnati dal peccato originale e puniti dalla divinità è paragonata a quella di un masso caduto dalla cima di un monte che giace al fondo di una valle: senza un intervento esterno mai potrebbe ritornare nel punto da cui è precipitato (strr. 1-3). Nessuno poteva chiedere perdono a Dio e stabilire con lui un nuovo patto, ma un pargolo è stato donato all'umanità, figlio di Dio che la aiuta e fa tremare le forze infernali. È come se dal cielo sgorgasse una fonte che scorre a vivificare la natura arida, riportando la fecondità dei tempi antichi (strr. 4-6). O Figlio, generato dall'Eterno e come lui esistente da sempre, non hai avuto inizio e il mondo, creato da te, non ti comprende; tu ti sei degnato di farti uomo, onore eccezionale concesso dalla grazia alla creazione della divinità, immensamente pietosa, considerato che in lei è il perdono ad avere la meglio (7-8). Narrazione della Natività: la Vergine sale a Betlemme, dove partorisce; copertolo di poveri panni, pone nel presepio e adora il Figlio, tutt’uno con il Padre che l'ha resa madre; l'Angelo annuncia la nascita ai pastori, accompagnato da altri esseri celesti che cantano la gloria di Dio; e che concludono l'inno ritornando in cielo, non più uditi dai pastori; costoro cercano il povero albergo, e trovano, come annunciato, il Re del Cielo avvolto in poveri panni e accolto in una stalla (9-14). Dormi, o Fanciullo, le tempeste non osino disturbarti; dormi, Dio del cielo, i popoli non sanno chi sia nato, ma un giorno costituiranno l'eredità che tu lascerai, e riconosceranno il loro Re ospitato in un'umile stalla, nascosto nella polvere (15-16).

Incipit
Qual masso che dal vertice
Metro
a"bc"bdde', 16 strofe di 7 versi l'una, settenari sdruccioli-proparossitoni, piani, tronchi-ossitoni. L'uscita tronco-ossitona conclusiva accomuna le strofe due a due: sta : trarrà, levar : strappar, onor : ior, fe’ : è, uscì : .aprì, appar : cantar, fedel : Ciel, Te : Re. Le parole in clausola sdrucciola-proparossitona: vertice-impeto, immobile-secoli, misero-ineffabile, odio-inaccessibile, Parvolo-tremano, eterie-triboli, genera-secoli, assumere-grazia, Efrata-Vergine, poveri-presepio, uomini-volgesi, ampia-strinsero, seguirono-nuvole, cercarono-videro, piangere-stridere, popoli-nobile. La formula sillabica è approssimativa: andrebbe più correttamente registrata come a”bc”bddx’, con rima x’ che lega le strofe due a due; oppure come a”bc”bdde’, f”gh”giie’ (o meglio v”aw”abbz’, x”cy”cddz’).
Storia del testo

L'inno viene steso in V.S.IX.3 nel corso dell'estate 1813, terzo dopo La Risurrezione e Il Nome di Maria; se si esclude la Pentecoste, è quello la cui elaborazione impegna il maggior numero di pagine.

Date di elaborazione

15 luglio-29 settembre 1813; 1815; 1822; -1855 | 1815


Relazioni

Testimoni manoscritti (vedi tutti)
  • Manz.B.XXX.3 • Milano, Biblioteca Nazionale Braidense
    (copia per la censura, con data «1813» in fine, cc. 10v-14)
  • Manz.V.S.IX.3 • Milano, Biblioteca Nazionale Braidense
    (abbozzo e stesura completa del testo, datato all'inizio «15. Luglio 1813» e in fine «29. 7bre 1813 | Explicit infeliciter», cc. 10v-17v)
  • Manz.B.XIV.26/8 • Milano, Biblioteca Nazionale Braidense
    (traduzione in tedesco)
  • Manz.B.XXIX.62 • Milano, Biblioteca Nazionale Braidense
    (traduzione in tedesco)

Prime edizioni
  • INNI 1815 = Manzoni Alessandro, Inni Sacri di Alessandro Manzoni, Milano, Agnelli, 1815
    (inno III, pp. 22-30)
  • INNI 1822 = Manzoni Alessandro, Inni Sacri di Alessandro Manzoni. Seconda edizione, Milano, Ferrario, 1822
    (inno III, pp. 22-30 e note alle pp. 41-42; strofe numerate)

Edizioni di riferimento
  • OPERE VARIE 1845 = Manzoni Alessandro, Opere varie di Alessandro Manzoni. Edizione riveduta dall'autore, Milano, Redaelli, 1845
    (in prima posizione, pp. 817-822 e note a p. 849; fascicolo stampato nel 1855)
  • LONARDI-AZZOLINI 1987 = Manzoni Alessandro, Tutte le poesie, 1797-1872, a cura di Gilberto Lonardi, commento e note di Paola Azzolini, Venezia, Marsilio, 1987 (Esperia. Letteratura universale Marsilio)
  • LERI 1991 = Manzoni Alessandro, «Inni sacri» e altri inni cristiani, A cura di Clara Leri, Firenze, L. S. Olschki, stampa 1991 (Biblioteca della Rivista di storia e letteratura religiosa. Testi e documenti, 12)
  • GAVAZZENI 1997 = Manzoni Alessandro, Inni sacri, a cura di Franco Gavazzeni, Parma, Fondazione Pietro Bembo - Guanda, [1997] (Biblioteca di scrittori italiani)
  • BOGGIONE 2002 = Manzoni Alessandro, Poesie e tragedie, a cura di Valter Boggione, Torino, Unione tipografico-editrice torinese, [2002] (Classici italiani)
  • DANZI 2012A = Manzoni Alessandro, Tutte le poesie, a cura di Luca Danzi, Milano, BUR Rizzoli, 2012
  • FRARE 2017 = Manzoni Alessandro, Inni sacri e odi civili, Introduzione e commento di Pierantonio Frare, Milano, Centro nazionale studi manzoniani, 2017 (Edizione nazionale ed europea delle opere di Alessandro Manzoni, 1)

Risorse correlate
Edizione del testo in preparazione

Scheda di Simone Albonico | Cita questa pagina