Il Natale

Insieme editoriale: Poesie / Poesie religiose

(Per paratesti e illustrazioni si veda la descrizione della raccolta degli Inni sacri.) La situazione degli uomini segnati dal peccato originale e puniti dalla divinità è paragonata a quella di un masso caduto dalla cima di un monte che giace al fondo di una valle: senza un intervento esterno mai potrebbe ritornare nel punto da cui è precipitato (strr. 1-3). Nessuno poteva chiedere perdono a Dio e stabilire con lui un nuovo patto, ma un pargolo è stato donato all'umanità, figlio di Dio che la aiuta e fa tremare le forze infernali. È come se dal cielo sgorgasse una fonte che scorre a vivificare la natura arida, riportando la fecondità dei tempi antichi (strr. 4-6). O Figlio, generato dall'Eterno e come lui esistente da sempre, non hai avuto inizio e il mondo, creato da te, non ti comprende; tu ti sei degnato di farti uomo, onore eccezionale concesso dalla grazia alla creazione della divinità, immensamente pietosa, considerato che in lei è il perdono ad avere la meglio (7-8). Narrazione della Natività: la Vergine sale a Betlemme, dove partorisce; copertolo di poveri panni, pone nel presepio e adora il Figlio, tutt’uno con il Padre che l'ha resa madre; l'Angelo annuncia la nascita ai pastori, accompagnato da altri esseri celesti che cantano la gloria di Dio; e che concludono l'inno ritornando in cielo, non più uditi dai pastori; costoro cercano il povero albergo, e trovano, come annunciato, il Re del Cielo avvolto in poveri panni e accolto in una stalla (9-14). Dormi, o Fanciullo, le tempeste non osino disturbarti; dormi, Dio del cielo, i popoli non sanno chi sia nato, ma un giorno costituiranno l'eredità che tu lascerai, e riconosceranno il loro Re ospitato in un'umile stalla, nascosto nella polvere (15-16).

Incipit
Qual masso che dal vertice
Metro
a"bc"bdde', 16 strofe di 7 versi l'una, settenari sdruccioli-proparossitoni, piani, tronchi-ossitoni. L'uscita tronco-ossitona conclusiva accomuna le strofe due a due: sta : trarrà, levar : strappar, onor : ior, fe’ : è, uscì : .aprì, appar : cantar, fedel : Ciel, Te : Re. Le parole in clausola sdrucciola-proparossitona: vertice-impeto, immobile-secoli, misero-ineffabile, odio-inaccessibile, Parvolo-tremano, eterie-triboli, genera-secoli, assumere-grazia, Efrata-Vergine, poveri-presepio, uomini-volgesi, ampia-strinsero, seguirono-nuvole, cercarono-videro, piangere-stridere, popoli-nobile. La formula sillabica è approssimativa: andrebbe più correttamente registrata come a”bc”bddx’, con rima x’ che lega le strofe due a due; oppure come a”bc”bdde’, f”gh”giie’ (o meglio v”aw”abbz’, x”cy”cddz’).
Storia del testo

L'inno viene steso in V.S.IX.3 nel corso dell'estate 1813, terzo dopo La Risurrezione e Il Nome di Maria; se si esclude la Pentecoste, è quello la cui elaborazione impegna il maggior numero di pagine.

Date di elaborazione

15 luglio-29 settembre 1813; 1815; 1822; -1855 | 1815


Relazioni

Testimoni manoscritti (vedi tutti)
  • Manz.B.XXX.3 • Milano, Biblioteca Nazionale Braidense
    (copia per la censura, con data «1813» in fine, cc. 10v-14)
  • Manz.V.S.IX.3 • Milano, Biblioteca Nazionale Braidense
    (abbozzo e stesura completa del testo, datato all'inizio «15. Luglio 1813» e in fine «29. 7bre 1813 | Explicit infeliciter», cc. 10v-17v)
  • Manz.B.XIV.26/8 • Milano, Biblioteca Nazionale Braidense
    (traduzione in tedesco)
  • Manz.B.XXIX.62 • Milano, Biblioteca Nazionale Braidense
    (traduzione in tedesco)

Prime edizioni
  • INNI 1815 = Manzoni Alessandro, Inni Sacri di Alessandro Manzoni, Milano, Agnelli, 1815
    (inno III, pp. 22-30)
  • INNI 1822 = Manzoni Alessandro, Inni Sacri di Alessandro Manzoni. Seconda edizione, Milano, Ferrario, 1822
    (inno III, pp. 22-30 e note alle pp. 41-42; strofe numerate)

Edizioni di riferimento
  • FRARE 2017 = Manzoni Alessandro, Inni sacri e odi civili, Introduzione e commento di Pierantonio Frare, Milano, Centro nazionale studi manzoniani, 2017 (Edizione nazionale ed europea delle opere di Alessandro Manzoni, 1)
  • DANZI 2012A = Manzoni Alessandro, Tutte le poesie, a cura di Luca Danzi, Milano, BUR Rizzoli, 2012
  • BOGGIONE 2002 = Manzoni Alessandro, Poesie e tragedie, a cura di Valter Boggione, Torino, Unione tipografico-editrice torinese, [2002] (Classici italiani)
  • GAVAZZENI 1997 = Manzoni Alessandro, Inni sacri, a cura di Franco Gavazzeni, Parma, Fondazione Pietro Bembo - Guanda, [1997] (Biblioteca di scrittori italiani)
  • LERI 1991 = Manzoni Alessandro, «Inni sacri» e altri inni cristiani, A cura di Clara Leri, Firenze, L. S. Olschki, stampa 1991 (Biblioteca della Rivista di storia e letteratura religiosa. Testi e documenti, 12)
  • LONARDI-AZZOLINI 1987 = Manzoni Alessandro, Tutte le poesie, 1797-1872, a cura di Gilberto Lonardi, commento e note di Paola Azzolini, Venezia, Marsilio, 1987 (Esperia. Letteratura universale Marsilio)
  • OPERE VARIE 1845 = Manzoni Alessandro, Opere varie di Alessandro Manzoni. Edizione riveduta dall'autore, Milano, Redaelli, 1845
    (in prima posizione, pp. 817-822 e note a p. 849; fascicolo stampato nel 1855)

Risorse correlate
Edizione del testo in preparazione

Scheda di Simone Albonico | Cita questa pagina